• Twitter
  • Facebook
  • Google+
  • RSS Feed

January 28, 2015


Con immenso piacere ed orgoglio Vi presento il primo dei progetti di quest'anno: Facce da Blogger.
Una mostra che vede 20 blogger, pronti a mettersi in gioco per ritrarre un IO nascosto, celato dietro allo schermo del pc dal quale pilotiamo il nostro lavoro. Raccontiamo noi stessi attraverso immagini che catturano attimi di vita, siamo social e anche molto smart. Non ci piace aspettare, noi agiamo; ma ogni mossa è pensata e mai casuale.
Qualche mese fa mi è stato proposto di realizzare una serie di ritratti di blogger italiani. La premessa iniziale era quella "...magari farli comparire su qualche rivista, oppure pubblicarli con una piccola intervista per farvi conoscere....". Il risultato del progetto, dopo mesi di duro lavoro, è sensazionale. Non vedo l'ora di vedere l'esposizione completa e conoscere i miei compagni d'avventura.
Grazie alla bravura di Elena Datrino, fotografa e ideatrice del progetto e al supporto di Tiziano Maccioccia e della Galleria Vittoria, il 30 Gennaio accenderemo Via Margutta.

Se siete in zon passate per un saluto e per dare uno sguardo a questi piccoli capolavori d'arte.
Vi aspetto numerosi!


January 22, 2015

Joan Didion for Celine Spring/Summer 2015

Joan Didion 1968 captured by Julian Wasser and Céline Resort campaign 2015 with Daria Werbovy captured by Tyrone Lebon.

La prima immagine della campagna pubblicitaria di Celine ritrae come cover girl una leggenda america, scrittrice di romanzi e giornalista, Joan Didion. Phoebe Philo non smette di stupire e ogni stagione cerca di lasciare il segno con le sue scelte: in passerella e sui cartelloni pubblicitari. L'immagine di Didion è la perfetta esaltazione di uno stile moderno, minimale e senza tempo. 
Philo ha voluto celebrare la figura delle donne mature, onorando uno degli scatti più suggestivi di Julian Wasser: nel 1968 ha ritratto una Didion seduta e in piedi di fronte a una Corvette. Joan Didion si era appena trasferita a Los Angeles ed era diventata madre da qualche mese. Atmosfera riproposta nella campagna Resort 2015 con Daria Werbovy che si lascia fotografare a bordo di una Corvette. L'incarnazione di uno stile minimal, elegante e sofisticato nei minimi particolari.

Inoltre quest'anno uscirà il documentario sulla vita di Joan Didion "We Tell Ourselves Stories in Order to Live" - diretto dal nipote Griffin Dunne.


January 21, 2015


No make up, minimal silhouette and head to toe denim looks. That's exactly what I'll look for this spring! How gourgeous is Constance Jablonski in this fashion editorial feauturing on WSJ Magazine?

Photographer: Annemarieke Van Drimmelen || Stylist: Charlotte Collet
Hair: Ramsell Martinez || Makeup: Georgi Sandev
Model: Constance Jablonski

January 19, 2015

  

Durante l'inaugurazione della mostra I Vestiti dei Sogni a Palazzo Braschi ho potuto catturare alcuni dei capolavori che hanno segnato la storia dei costumisti italiani. In mostra dal 17 Gennaio al 22 Marzo a Piazza Navona, la mostra è un vero capolavoro d'arte, che racconta al pubblico un mestiere d'arte poco conosciuto. Una esaltazione del lavoro che le sartorie italiane hanno svolto per il cinema dal 1920 ad oggi: da Gino Sensani al maestro Piero Tosi, fino a Gabriella Pescucci, Milena Canonero, Danilo Donato.
Accanto ai costumi del passato potrete vedere anche i look di pellicole più recenti come la Grande Bellezza (2013) e Giovane Favoloso (2014). Da Vittorio Nino Varese, che vinse l'Oscar con Cleopatra nel '63 a Hollywood, fino a Sensani e all'allieva Maria De Matteis, ricordata per i bellissimi abiti di Gattinoni in Guerra e Pace nel '56 indossati da Audrey Hepburn. Dodici sono i premi Oscar che con le loro creazioni fanno splendere le sale di Palazzo Braschi adibite alla mostra.

Piero Tosti, costumista rinomato nel settore per il suo sublime gusto estetico e per la bellezza delle forme, vanta numerose collaborazioni con Vittorio De Sica nel capolavoro Matrimonio all'Italiana, con una super sexy Sophia Loren; con Pasolini e soprattutto con Luchino Visconti, con il quale lavorò in Bellissima e Il Gattopardo, con la splendida Claudia Cardinale.

Giovanissima costume design, Milena Canonero, ha prestato la sua vena artistica e bravura in tanti dei capolavori del cinema moderno: Arancia Meccanica, Barry Lyndon, Shining, Momenti di Gloria e soprattutto nella pellicola di Sofia Coppola: Marie Antoniette.
Sono l'unica che quando ha visto i cambi d'abito di Kristen Dust in Marie Antoniette si è innamorata pazzamente del genio creativo di Milena Canonero? Adoro le sfumature che ha sapientemente ricreato in tutti i look della protagonista, ispirati alle sfumature dei macaron di Ladurée.

Ringrazio Roberto Coin, sponsor ufficiale dell'evento per avermi dato la possibilità di partecipare all'inaugurazione di questa bellissima mostra.
 
© 2013 All right reserve.